BRAVEHEART * Le Uova Scozzesi

Perchè non è Pasqua se non c’è la sorpresa!

Clicca qui per vedere come prepararle → Le Uova Scozzesi

uova scozzesi

Annunci

TI FACCIO SECCO * Il Salmone Marinato a Secco

Dopo un viaggio al Nord il salmone lo mangerei in tutti i modi… eccone uno per gustarlo fresco ma in un modo un po’ originale.
La marinatura a secco permette di eliminare i liquidi del salmone, accentuandone il gusto intenso e donandogli un tocco aromatico molto particolare.

DSC_0227

Leggi come prepararlo: clicca qui → Il Salmone Marinato a Secco

REMISE EN FORME * Il Merluzzo Marinato e al Vapore, col Purè di Patate e Porri

Appesantiti dalle mangiate delle Feste? Beh ovvio… e allora bisogna inventarsi qualche ricetta equilibrata e leggera senza per forza dover morire di noia 🙂
Questo piatto non arriva a 400 calorie per porzione. È proteico, ricco di potassio e vitamina C ed ha un ottimo bilanciamento di carboidrati e grassi. Così, per dire.

Guarda come prepararlo, per leggere la ricetta clicca qui → Il Merluzzo Marinato e al Vapore, col Purè di Patate e Porri

dsc_1457

GIMME SHELTER **Gli Involtini di Pollo Impanati**

L’abbraccio sicuro del pollo protegge un cuore caldo e scioglievole…

DSC_0031x


Ingredienti, per 2 persone:
Petto di pollo in fette sottilissime, 4 fette (circa 280g)
Prosciutto cotto, 4 fette (circa 100g)
Formaggio tipo malga, 80g
Crackers, 4-5
Salvia, 4 foglie
Uovo, 1
Olio, sale e pepe, q.b.

Preparazione:
Sbattere l’uovo con una presa di sale ed un pizzico di pepe.
Frullare finemente i crackers.
involtino1
Stendere una fetta di petto di pollo e salarla, ricoprire con una fetta di prosciutto, porre nel centro una fetta di formaggio e chiudere il pollo in una tasca: chiudere su loro stessi i lati lunghi della fetta di pollo poi ripiegare anche i lati corti facendo attenzione a sigillare tutto senza lasciare fessure, in modo da proteggere il formaggio all’interno (altrimenti, sciogliendosi in forno, fuoriuscirebbe dall’involtino).
involtino 2
Passare l’involtino nell’uovo sbattuto e poi impanarlo nei crakers frullati.
Chiudere l’involtino poggiando una fetta di salvia sul punto di giuntura dei lati ripiegati e fissare con uno stuzzicadenti.
involtino 3
Completare i 4 involtini, porli su una teglia oliata sul fondo (con la foglia di salvia verso l’alto), irrorare d’olio e cuocere in forno a 180° per 20 minuti.

QUI PRO QUO (** Il Baccalà Mantecato **)

Attenzione perché il baccalà mantecato è un equivoco nella definizione… dato che si fa con lo stoccafisso e non con il baccalà!
Si parla in ogni caso di merluzzo ma a differenza del baccalà, che è merluzzo conservato sotto sale, lo stoccaffisso viene conservato per essiccazione.
E il risultato cambia parecchio.
Qui sotto una ricetta rivisitata a modo mio che spero non urterà la sensibilità dei puristi!
DSC_0223xx


Ingredienti, per 8 persone:
Stoccafisso, circa 800 g (peso da secco, eviscerato ma non pulito)
Latte, 300 g
Panna fresca, 120 g
Aglio, 1 spicchio
Alloro, 2 foglie
Prezzemolo, 1 ciuffetto
Olio extravergine, 300 g
Sale e pepe, q.b.

Preparazione:
Mettere lo stoccafisso a mollo per 6 giorni: porlo in un contenitore capiente, aggiungere abbondante acqua in modo da immergerlo completamente e conservare in frigorifero coperto con pellicola. Cambiare l’acqua ogni 8/10 ore.
Dopo l’ammollo avrà raddoppiato il suo volume e si sarà molto ammorbidito. A questo punto rimuovere la pelle e le lische, ricavare dei filetti o tranci di pesce e congelarli per 24 ore (aiuta ad ammorbidire il pesce).
Una volta scongelato, scaldare un filo d’olio sul fondo della pentola a pressione e soffriggere l’aglio, quindi rimuovere l’aglio, aggiungere il pesce e farlo rosolare per qualche minuto quindi aggiungere il latte, l’alloro ed una presa di sale, portare a pressione e far cuocere a fuoco medio-basso per 30 minuti.
Aprire la pentola a pressione, aggiungere la panna e l’olio ed aggiustare di sale. Cuocere a pentola aperta per altri 20 minuti mescolando vigorosamente con il cucchiaio di legno in modo da rompere il più possibile il pesce e “montarlo” con l’olio.
A cottura ultimata, se ci sono ancora filetti o tranci di pesce compatti, frullare grossolanamente con il minipimer, quindi completare con una spolverata di pepe ed il prezzemolo tritato.
Servire accompagnato da crostini caldi di pane o di polenta.